home: ultimavera » ultimavera - animali neri

Testo animali neri - ultimavera

Animali neri entrati dentro la mia stanza: ribrezzo.

Camminando a marce forzate si sono avvicinati a me.



Il primo con la forza di un leone mi ha preso in braccio

Un altro mi seguiva mi scortava e senza impaccio

Dall�alto al basso dopo siamo scesi nel labirinto

Ed ho riconosciuto senza sforzo un vecchio pasto

Molliche di biscotto andate a male che a prima vista

Sembravano dei giganteschi sassi per la provvista

E con la forza di una formichina guardando in alto

Mi sono accorta che la terra ? bella e senza vanto



Animali neri trionfanti si sono avvicinati a me.

Io non sapevo nulla ma fuori c�era la guerriglia affinch?:



Il nido funzionasse in autarchia con ogni sforzo

Dal grano le molliche non dovevano venir dall�alto

La pianificazione comportasse all�occorrenza

Benessere sociale temporaneo e non demenza

E col volo nuziale si sposasse la classe media

Regina reginella l�operaia non ha pi? stregua

E con lo sforzo di una formichina guardando in alto

Mi sono accorta che la terra ? bella ma senza vanto
Classifica Testi canzoni ultimavera
Non sono stati ancora raccolti dati