home: don backy » don backy - figliol prodigo

Testo figliol prodigo - don backy

(Parlato) :
Verso l'una e trentatrè, l'altra notte
mentre uscivo da Renata, il mio mitico caffè
chi t'incontro?: Quel modello settecentoventitrè
Gli chiedo: "O Poldo, o quando s'e' tornato eh?
(Canto) :
La Bibbia ce l'ha pure raccontato
appena il figliol prodigo fu tornato
il babbo disse: 'Oi te, nato'r d'un cane
se tu se' ritornato ha' fatto bene
S'ammazzerà l'agnello quello grasso
e vino si berrà a più non posso
così si dirrà noi per questo evento
che Poldo porta al vecchio su' convento
Poldino é ritornato
nel vecchio gruppo degli Spensierati
ma senza alcun rancore per la Lupa
ritorna, gliel'ha detto pure il Papa
In fondo siamo amici
a Carneval rivali, non nemici
offriamo quindi a tutti un grasso agnello
di vino se ne beve un caratello
Così pur di salvare il nostro orgoglio
saremo spinti tutti a fare meglio
e allora lavorando tutti in pace
a vincer sarà sempre Santa Croce
Classifica Testi canzoni don backy
sognando - 424
Sogno - 260
l infinito - 214
HO RIMASTO - 170
Non piangere stasera - 160
Casa bianca - 131
Dolce di giorno - 116
ad un passo dal paradiso - 116
Samba - 109
FUGGIASCO - 99