home: 883 » 883 - la metro eccetera

Testo la metro eccetera - 883


La metro dei riflessi,
gli sguardi verso il vetro,
gli appositi sostegni verticali,
le mani che fatali li discendono,
e quelli orizzontali, in alto i polsi e gli orologi
viaggiano da soli.

/> La metro, i seduti di fronte
sono semplicemente gli avanzati
dal viaggio precedente
che andava dove vanno
tutti i presentimenti, eccetera.

In un soffio di porta, fa' l'ingresso
la bella incatenata a testa alta
Classifica Testi canzoni 883
Come mai - 5983
Gli anni - 3894
NESSUN RIMPIANTO - 3246
Ti sento vivere - 2264
Finalmente tu - 2073
Bella vera - 1954
ESSERE IN TE - 1731
Come deve andare - 1412
La dura legge del gol - 1223
Andrà tutto bene - 1184